Castelmola

Le origini di Castelmola risalgono al periodo pre-ellenico. La denominazione trae ispirazione dalla conformazione del grande masso su cui sorge che ricorda appunto una "mola". Forse per la sua posizione sopraelevata fu un tempo la vera acropoli di Taormina, e le loro vicende sono talmente connesse da non poter distinguere quelle dell'una da quelle dell'altra. Mylai era il nome del primo insediamento, risalente all'Età del ferro (VIII secolo a. C.),opera dei Siculi. Le colonizzazioni di Castelmola seguono quelle di Taormina. Oggi il Paesino rappresnta una meta obbligata per i turisti. Il borgo è piccolo e merita di essere visitato in ogni sua stradella. Dalla piazza panoramica ci si addrentra tra stradine e viuzze scoprendo la particolarità degli edifici. Il Castello ed il Duomo sono i due monumenti storici più importanti. Caratteristici sono i suoi due Bar il primo è nella piazza di ingresso e l’altro su una scala della piazza del Duomo. In essi ci si può rilassare con un bicchiere di vino alla mandorla godendo del panorama offerto dalle loro terrazze.


stemma comune di castelmola;
Castelmola

Castelmola

Piazza S.Antonio

Piazza S.Antonio

Chiesa S. Giorgio

Chiesa S. Giorgio

Piazza Duomo

Piazza Duomo

Piazza S.Antonio

Piazza S.Antonio

Chiesa Madre

Chiesa Madre

Ex Chiesa S. Antonio

Ex Chiesa S. Antonio

Castello Normanno

Castello Normanno

Panorama su Taormina

Panorama su Taormina

Castelmola

Castelmola

Castello

Castello

Castelmola

Castelmola

Info Utili


Coordinate: 37.879, 15.278
Distanza b&B: 13Km
Navigatore: Castelmola (Me)
Tempo di percorrenza: 25minuti

Da Visitare

Piazza S. Antonio
Chiesa S. Giorgio
Il Duomo
Ex Chiesa S. Antonio
Castello Normanno
Le vie del Borgo Medievale

Tour di Castelmola

Il borgo di Castelmola rappresenta il punto finale della S.Provinciale lungo la quale vi sono due parcheggi. Conviene avvicinarsi a quello più vicino al paese per non affaticarsi prima dell'inizio del tour. L'ingresso al paese è rappresentato dalla Piazza S. Antonio (1) che si affaccia su Taormina e Giardini-Naxos. Il suo spazio, pavimentato con pietra bianca e nera dell'etna, rappresenta l'atrio del paese dove la gente del luogo ama rilassarsi e conversare. Giù per la via Tutti i Santi si raggiunge la Chiesa S. Giorgio (2) con la fronti stante piazza che da essa prende il nome. La chiesa eretta intorno al 1450 su una punta dello sperone roccioso, è ad una sola navata con uno stile semplice e lineare. Ospita il santo patrono della città per i quali i paesani hanno un rispetto profondo che si manifesta con le feste religiose a lui dedicate. La chiesa ospita alcune pregevoli opere d'arte ed è dotata di catacombe. Dalla chiesa possiamo inoltrarci all'interno del borgo medievale lungo le piccole vie, per giungere in una piccola piazza del Duomo (3) dove potersi rilassare per qualche minuto prima di riprendere il giro. Accanto la piazza vi è la chiesa Madre (4) intitolata a S. Nicola di Bari. Ricostruita sulle rovine della chiesa del 500 della quale rimangono il portale laterale e l'arcata del coro, all'interno vedrete due statue settecentesche La Maddalena e la Madonna del Rosario. All'esterno, di fronte all'ingresso, vi è una balconata che si affaccia sul Golfo di Giardini-Naxos. Risaliamo il paese lungo le vie del borgo passando accanto al Municipio per raggiungere l'ex. Chiesa di S. Antonio (5) oggi auditorium dalla quale, con un'ultimo sforzo, raggiungeremo il castello Normanno (6) la struttura che si erge sul punto più alto e strategico del borgo medievale. Del Castello ne rimangono le mura. Gli storici propendono nello stabilire un periodo antecedente a quello medievale e risalente al periodo romano.

mappa turistica di castelmola