Gurne dell'Alcantara

Il termine Gurna si trova sia nel dialetto Calabrese che in quello Siciliano. In ambedue i lessici, per gurna si intende una pozzanghera, vasca, laghetto o in generale un ristagno d'acqua lungo il corso di un torrente o fiume. Le gurne dell'alcantara rappresentano una serie continua di vasche, in roccia lavica, formatesi geologicamente nei secoli lungo il percorso del fiume Alcantara. In questa sede ci riferiamo alle Gurne che si trovano nel territorio di Francavilla di Sicilia al confine con Castiglione di Sicilia a 19km dal B&B Villa Valentina raggiungibili in 30min. I laghetti sono circa 10 uniti tra di loro da leggere rapide e piccole cascate. Sono fruibili lungo un sentiero percorribile a piedi senza nessuna fatica essendo tutto in leggera pendenza. La zona più interessante è vicino il ponte dove si sono formati dei veri e propri solarium in roccia lavica ed uno scivolo naturale dove, con le giuste precauzioni, si potrebbe scivolare come si farebbe in un acquascivolo. Nei piccoli laghi è possibile tuffarsi e farsi il bagno. Non sono presenti pericoli di sorti derivanti da animali o particolari situazioni di rischi..

  • Foto Gurne Alcantara
  • Foto Gurne Alcantara
  • Foto Gurne Alcantara
  • Foto Gurne Alcantara
  • Foto Gurne Alcantara

Gole dell'Alcantara

Come tutte le gole che si formano lungo i fiumi anche queste hanno un loro fascino che si contraddistingue per la loro conformazione geologica. Il fiume alcantara, nella zona delle gole, scorre dentro un grosso canalone le cui pareti si innalzano sino a 30m dal letto del fiume. Al di fuori del canalone si formano, periodicamente, delle spiaggette di ciottolame dove l'acqua del fiume raggiunge una profondità massima di 60cm. Punto di inizio per percorrere le rapide lungo le gole, le spiaggette rappresentato il punto di approdo di tutti i turisti e possono essere raggiunte con una scala pubblica o per mezzo di un ascensore, a pagamento, nel complesso botanico posto sopra le gole dell'Alcantara dove è possibile prenotare delle escursioni tra aranceti, semogrotte e ponticelli vari. Attività come il body rafting vengono eseguite lungo le rapide delle gole. Lungo il percorso, dentro le gole, il fiume raggiunge profondità variabil da 0.80 a 2.5m ma, con un pò di esperienza di nuoto, un paio di scarpe da ginnastica ben legate ed il costume, è possibile raggiungere il punto in cui il fiume si incanala dentro le gole. Infatti in questo ultimo punto, l'acqua fuoriesce da una fenditura nella roccia e si riversa in un primo laghetto da dove inizia a scendere verso valle.

  • Gole alcantara panoramica
  • gole alcantara pareti
  • gole alcantara
  • gole alcantara
  • gole alcantara
  • gole alcantara

Etna Rifugio Sapienza

Con questo termine viene indicata la località in cui è stato edificato, ad opera dello stato prima della guerra e delle associazioni dopo, un edificio destinato alla ristorazione e bivacco denominato Rifugio Sapienza. Situata nella parte sud del monte etna, essa rapresenta il punto più alto raggiungibile in auto da quel versante. L'estesa area comprende oggi un enorme parcheggio per gli avventori, un'area attrezzata con mercatini dove acquistare piccoli souvenir, ristoranti e la teleferica che permette di raggiungere quota 2.000 m.s.l. Per raggiungere questo luogo dal B&B Villa Valentina si deve percorrere la mareneve per Zafferana. Oltrepassato Zafferana si cominciano ad intravedere le caratteristiche salienti di un paesaggio vulcanico unico nel suo genere per flora e fauna. Da un livello, dove il clima è mite, da Zafferana in sù esso diventa tipico montano . Lungo la strada oltre ai boschi, la valle è un immenso serbatoio di rocce vulcaniche che testimoniano l'attività continua dell'Etna.

  • etna rifugio sapienza
  • etna rifugio sapienza
  • etna rifugio sapienza
  • etna rifugio sapienza
  • etna rifugio sapienza

Il Parco dei Nebrodi

Il Parco dei Nebrodi è la più grande area naturale protetta della Sicilia. Nelle quattro zone che ne formano il vasto territorio, il parco è protetto da divieti e limitazioni atte a mantenere la conservazione di questo grande patrimonio naturalistico della Sicilia. La naturale bellezza della vegetazione è caratterizzata dalla fascia di altezza dal livello del mare. Fino ai 700 metri la vegetazione è rappresentata da boschi sempreverdi alternate alla tipica macchia mediterranea. Raggiungendo quota 1200 metri la fascia vegetativa inizia ad essere dominata da Cerri, Brugnoli, Biancospini unitamente al Melo Selvatico. Oltre i 1200 metri si possono ammirare i Faggi insieme a maestosi Aceri con esemplari di grandezza monumentale. La ricchissima fauna, un tempo vero e prorpio regno di Cerbiatti, Daini, Orsi e Caprioli, è stata oggi decimata da un progressivo impoverimento ambientale. E' possibile comunque ancora poter ammirare Cinghiali, Volpi, Conigli e altre specie di particolare rarità come il Suino Nero. Rettili, Anfibi e una vasta varietà di Uccelli completano la maestosità di questo splendore che ancora oggi rimane una risorsa ambientale di rara bellezza. Tovaglie ricamate a mano, Cesti e Panieri realizzati con giunchi di canna, la lavorazione della pietra e del ferro battuto che unite alle pregevolissime ceramiche, rappresentano ancora oggi la fantasia del popolo dei Nebrodi. Il Pecorino, la Provola, la Ricotta e i salumi ottenuti con le carni del Suino Nero, sono prodotti di altissima qualità tanto unici quanto eccelenti. Il parco è gestito dall' Ente Parco dei Nebrodi sottoposto a controllo e a vigilanza della Regione siciliana.

  • Parco dei Nebrodi  4
  • Parco dei Nebrodi 1
  • Parco dei Nebrodi  2
  • Parco dei Nebrodi  3
  • Parco dei Nebrodi  7
  • Parco dei Nebrodi  5
  • Parco dei Nebrodi  6
B&B Villa Valentina Destinazione